Filosofia

MendrisiottoTerroir è un'esperienza personale, intimistica.
MendrisiottoTerroir

è un'esperienza personale, intimistica.

È l’immersione in un mondo di emozioni, percorso passo dopo passo. È una pausa che riempie di stimoli, che consente di risvegliare gusti, sensazioni, sguardi assopiti dalla vita di tutti i giorni attraverso percorsi personalizzati incentrati sui cinque sensi e sulle attività primordiali: alimentarsi, dissetarsi, contemplare, camminare, muoversi, creare, scoprire, sognare. MendrisiottoTerroir vi propone arricchenti percorsi, al termine dei quali avrete certamente molte cose da raccontare. A sognatori, flâneur, romantici, artisti della vita, buongustai, appassionati d’arte e di cultura, MendrisiottoTerroir propone un viaggio attraverso paesaggi incantevoli e meditativi, edifici storici, luoghi sacri e profani.

Scoprire i vini e i prodotti locali significa infatti apprezzare un territorio con il suo paesaggio, le sue tradizioni e la sua gente e il Mendrisiotto – che rappresenta un terzo della superficie viticola e della produzione di uva e di vino del Canton Ticino – è un terroir ideale. La bellezza dei vigneti, la dolcezza delle colline, il fascino del Monte Generoso, del Monte San Giorgio e della Valle di Muggio, l’accoglienza dei boschi e la musica di piccoli fiumi, il Laveggio e la Breggia, e un gran numero di piccole oasi di pace vi consentiranno di creare quel legame che rende unico l’incontro con una regione e i suoi abitanti.

Degustare vini e assaggiare prodotti del terroir direttamente dai produttori o nei tipici grotti, scoprire edifici suggestivi come le Cantine di Mendrisio, ricche di storia e di tradizioni, oppure chiese e piccoli musei che tra passato e presente raccontano storie di passioni. Ma MendrisiottoTerroir va oltre. Imparare a cucinare un risotto o un brasato al Merlot, produrre un tipico formaggino, creare e cuocere un vaso di ceramica, toccare con mano il marmo di Arzo o giocare a carte e a bocce con la gente del posto sono esperienze autentiche, la cui semplicità consente di scoprire l’essenza di un territorio.

Certo, il Mendrisiotto non è risparmiato dall’urbanizzazione e dall’industrializzazione, ma ha saputo conservare il mondo delle piccole cose. Chi viene a farci visita scopre che nelle acque del Roncaglia nel Parco della Valle della Motta sono tornati i gamberi e che vi nidificano 39 specie di uccelli. Può ammirare opere di ingegneria naturalistica come le briglie in legno. Oppure addentrarsi nelle grotte carsiche e nelle nevere del Monte Generoso. O conoscere artisti e artigiani che si dedicano con passione alle arti più diverse.

Terra conosciuta per la simpatia e l’accoglienza della sua gente, il Mendrisiotto è un luogo in cui la luce primaverile ridisegna i paesaggi, dove il caldo dell’estate arroventa muri a secco e le stelle accendono splendide notti, dove il sole d’autunno regala tramonti infuocati e le sere d’inverno hanno il sapore di un locale riscaldato da un camino.

È una visita per incontrare sé stessi, i propri gusti, le proprie sensazioni ed emozioni. Benvenuti nella regione più meridionale della Svizzera, benvenuti in una terra di affascinanti contrasti, benvenuti tra noi.

Camminare, per ritrovare sé stessi

I percorsi di MendrisiottoTerroir sono all’insegna della mobilità lenta, sono da vivere camminando. Andare a piedi significa anzitutto essere liberi. Liberi da preoccupazioni, liberi dalle abitudini, liberi dall’ufficio, liberi da rituali informatici e telematici. La vostra vita per qualche giorno assume un ritmo diverso: scoprirete nuovi punti di vista, vedrete il paesaggio con nuovi occhi e, in qualche modo, riscoprirete la libertà di poter scegliere.

Ovviamente, in funzione delle necessità, dei desideri o dei percorsi, vi offriamo anche la possibilità di muovervi in bicicletta, con i trasporti pubblici o con il nostro servizio mobilità.

Degustare, per capire un territorio

Il nostro rapporto con il cibo è diventato molto complesso. Mangiamo troppo salato, si misurano le calorie di ogni cosa, le allergie, presunte o reali, si moltiplicano. Ci vengono proposti cibi esotici, la televisione moltiplica corsi e concorsi, le proposte di dieta sono oramai infinite e spesso contraddittorie. MendrisiottoTerroir pensa che il rapporto con il cibo debba essere più semplice: vi propone di gustare con moderazione cibi e vini sinceri, autentici, di qualità, del territorio. E vi offre anche la possibilità di imparare a cucinare alcuni piatti tradizionali in locali particolari con cuochi professionisti o semplicemente con la gente del posto.

Incontrare, per creare nuovi legami

Lungo i percorsi di MendrisiottoTerroir incontrerete le persone del posto. Viticoltori che vi descriveranno i propri vini, guide che vi insegneranno a giocare a bocce, artigiani, artisti e persone del posto che hanno delle storie da raccontarvi. Oltre alle bellezze dei paesaggi, ai nostri prodotti, a piccole oasi naturalistiche, a chiese e musei particolari e caratteristici, ci siamo noi e il nostro piacere di accogliervi, di conoscervi e di farci conoscere.

«In campagna, dopo una giornata di lavoro, gli uomini alzavano il bicchiere di vino all’altezza del viso, lo osservavano, gli facevano prendere luce prima di berlo con cautela. Gli alberi centenari seguivano il loro destino secolo dopo secolo e una tale lentezza rasentava l’eternità.» Pierre Sansot